domenica 13 agosto 2017

Borghi d'Europa : i vini dell'azienda agricola Pierina Bortoluz di Saccol

Giuseppe Marin, storico e cultore delle memorie locali, si diceva preoccupato, in
una recente intervista nel corso della trasmissione multimediale l’Italia del Gusto,
sul futuro del prosecco.
Vini sempre più uguali, che raramente ricordano il terroir, sempre più frutto
di lavori in cantina,incapaci di esprimere e dare emozioni.
E’ semplicemente vero.
Così, quando per puro caso, abbiamo potuto sorseggiare un brut dell’azienda agricola
Pierina Bortoluz di Saccol, in una simpatica caffetteria di Merlengo di Ponzano, ci è improvvisamente ritornato l’entusiasmo.
In un lampo ci siamo letteralmente arrampicati con la nostra sbuffante utilitaria,in via
Consumina a Saccol,per conoscere gli autori di siffatto prosecco.
“L’azienda agricola Bortoluz è situata a Saccol di Valdobbiadene, nel cuore del prosecco
superiore docg. Da un naturale sviluppo di un'attività vitivinicola risalente alla metà del
‘800 e tramandata fino ai giorni nostri all'interno della stessa famiglia, nasce nel 2010
la nostra azienda.
I nostri vigneti sono situati nel territorio di Valdobbiadene, zona da sempre vocata alla
viticoltura del prosecco superiore: laddove il paesaggio è formato da un susseguirsi di
colline di diversa pendenza e altitudine, sussiste tutt’oggi una viticoltura eroica (così
definita per le particolari condizioni ambientali e di lavoro che comporta), che dedica
il pieno rispetto per la vite, l'ambiente e la terra.È proprio in queste colline che vengono
raccolte e selezionate a mano le migliori uve
utilizzate per produrre i vini della linea Bortoluz.”
Ci parlano col cuore in mano Pierina e Danilo che, assieme ai figli Luca e Andrea
governano il futuro dell’azienda.
Quali sono i segreti di una qualità indiscutibile ?
“Per ottenere vini di eccellenza l’obbiettivo prioritario è di mantenere inalterate le
caratteristiche dei grappoli raccolti, esprimendone al massimo le caratteristiche
organolettiche acquisite dalle uve, maturate in questo terreno unico e in ripetibile.
La vinificazione delle uve, raccolte rigorosamente a mano, viene seguita
personalmente all'interno della nostra cantina, garantendo al consumatore un
prodotto tipico e genuino.”

Ecco allora i vini del nostro previlegio : Prosecco Superiore DOCG Brut, DOCG
Extra Dry, Extra Dry DOC,Vino Spumante Cuvèe Brut Nature, Sur Lie Vino Frizzante.

Grande spazio nell’intervista multimediale della trasmissione L’Italia del Gusto è
stato riservato al prosecco col fondo : “ 100 per cento di uva glera,con rifermentazione
in bottiglia, con successivo affinamento dai 3 ai 6 mesi, un colore giallo paglierino
carico ravvivato dal perlage fine e persistente. I profumi spiccano sentori di crosta
di pane e lievito, fiori di campo e frutta matura. Il gusto si presenta secco, asciutto e
di buona sapidità privo di spigolosità.”

La Via dei Norcini : Macelleria La Bella (Follina)

Si chiama la Via dei Norcini ed è il percorso internazionale che la rete Borghi d’Europa
propone per la conoscenza e la valorizzazione di un mestiere antico, alla scoperta delle
eccellenze regionali italiane ed europee.
Il viaggio del gusto ci ha portati a La Bella di Follina, nel laboratorio-macelleria di
Daniele e Ornella Padoin, in un angolo di mondo che parla il linguaggio della passione
e della competenza.
“ Ho sempre fatto il macellaio, fin da quando imparavo il mestiere da mio nonno Antonio,
che ben conosceva l’arte della norcineria.Abbiamo aperto la nostra attività a La Bella nel
2009, seguendo la lezione di famiglia.Scelgo gli animali direttamente nelle stalle della
zona,fra Tovena e le colline di Susegana.”
Poi la carne arriva nel laboratorio ove viene preparata ad arte, anche con proposte
gastronomiche che incontrano le esigenze di tempo delle donne di oggi.
“ Certamente la nostra professione si è evoluta, siamo diventati anche un po’ cuochi.
A dire il vero- commenta Daniele-, sono rimasto un macellaio di tradizione, che ama
garantire la qualità della carne.”
Poi il settore dei salumi, ove regna una artigianalità rigorosa.
“Nascono così le nostre sopresse,gli ossocolli,le pancette, le salsicce,i cotechini…..
manualità
certa e soltanto sale e pepe .Anni di esperienze suggeriscono percorsi di qualità.”
Così la Macelleria La Bella ha conquistato molti clienti che provengono da altre
zone e molti ristoratori.
Che dire di più ?

Risultati immagini per macelleria la bella di follina immagini

martedì 8 agosto 2017

A Casalbore torna il Medioevo


Fervono i preparativi l’evento “Torre Normanna di Casalbore – 800 anni di storia e oltre”, che il 26 e 27 agosto animerà la Corte Normanna del borgo irpino.
Casalbore, borgo irpino dominato dall’imponente Torre Normanna, si prepara ad ospitare l’evento di rievocazione storica “Torre Normanna di Casalbore – 800 anni di storia e oltre”, che si terrà nei giorni 26 e 27 agosto 2017. L’iniziativa, organizzata dalla Pro Loco Pangea e dall’Associazione Culturale Terre di Campania, in collaborazione con il Comune di Casalbore, si articola in un ricco programma che vede la partecipazione di gruppi specializzati in rievocazioni storiche, musica medievale, momenti culturali ed eno-gastronomia tipica. Si comincia sabato 26, alle 19,30, con il corteo degli Sbandieratori di Cava de’ Tirreni, che con i volteggi delle loro bandiere ricreeranno le emozioni di antiche battaglie. Per tutti e due i giorni sarà possibile assistere a dimostrazioni di scrima medievale e provare il vero con l’arco in un’area appositamente predisposta. Banchi degli antichi mestieri e di artigianato locale condurranno il visitatore in un affascinante viaggio indietro nel tempo. Domenica 27, sempre a partire dalle 19,30, vi saranno, invece, le esibizioni di falconeria con voli di uccelli rapaci nell’area della Corte Normanna. A completare il programma di rievocazioni storiche saranno gruppi specializzati in musica medievale che, utilizzando strumenti originali, proietteranno presenti nelle atmosfere tipiche delle corti di un tempo. Per tutti e due giorni sarà possibile, inoltre, partecipare a speciali visite guidate presso il borgo di Casalbore e il Museo dei Castelli, unico percorso–didattico espositivo dedicato ai castelli e alle fortificazioni in provincia di Avellino. A completare l’offerta una ricca proposta gastronomica caratterizzata da piatti della tradizione locale e non solo. Una straordinaria due giorni da non perdere per immergersi nel passato di questo prezioso angolo della Terra d’Irpinia, ricordandone i fasti tra cultura, storia e divertimento.

lunedì 7 agosto 2017

MERCATO DEI VINI FIVI: SECONDO EVENTO DEL VINO IN ITALIA


Sold out al prossimo Mercato della FIVI a Piacenza, dove le 501 postazioni sono già state tutte prenotate. Secondo solo a Vinitaly per numero di aziende
Ci sono voluti solo sette giorni per esaurire le 501 postazioni per il Mercato dei Vini dei Vignaioli Indipendenti FIVI di Piacenza che diventa così il secondo evento del vino in Italia per numero di aziende partecipanti. Le iscrizioni per la manifestazione che si terrà sabato 25 e domenica 26 novembre nei padiglioni di Piacenza Expo sono iniziate il 17 luglio e sono state chiuse il 25, dopo una sola settimana, visto che i posti erano già esauriti.
“Sapevamo che l'attesa era grande - sottolinea Walter Massa vice presidente della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti - ma ha stupito anche noi la rapidità con cui abbiamo assegnato tutte le postazioni. Io stesso, scherzando con gli altri consiglieri, avevo dichiarato che mi sarei iscritto solo se potevo essere il 501esimo! Il successo crescente delle scorse edizioni ha fatto capire ai nostri soci e ai consumatori l'importanza di questo appuntamento che, giunto alla settima edizione, si è imposto ormai come uno tra i massimi eventi del mondo del vino in Italia, secondo solo al Vinitaly, ovviamente irraggiungibile, per numero di aziende vinicole partecipanti”. L'anno scorso gli espositori a Piacenza erano stati 424 con oltre 9000 visitatori in due giorni di Mercato.
“Penso – aggiunge Massa - che questo successo sia riconducibile non solo all'evento in sè, ma più in generale allo spirito FIVI. I consumatori hanno imparato ormai a conoscerci, a riconoscere i nostri valori e quello in cui crediamo e a sapere quanto impegno c'è nel nostro lavoro e nel vino che produciamo”.
Per tutte le informazioni: http://www.mercatodeivini.it/
_________________________
Mercato dei vini in breve:
Quando: sabato 25 e domenica 26 novembre 2017
Dove: PiacenzaExpo
Orario di apertura al pubblico: dalle 11.00 alle 19.00
Ingresso: € 15.00 comprensivo di bicchiere per degustazioni
Ingresso ridotto: € 10.00 per soci AIS – FIS – FISAR – ONAV e SLOW FOOD (il socio deve mostrare tessera valida dell’anno in corso) e possessori del biglietto della manifestazione MareDivino 2017
Parcheggio: gratuito
Info utili: 500 i carrelli disponibili per gli acquisti
I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.
_________________________
FIVI - Federazione Italiana dei Vignaioli Indipendenti
La Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI) è un'associazione nata nel 2008 con lo scopo di rappresentare la figura del viticoltore di fronte alle istituzioni, promuovendo la qualità e autenticità dei vini italiani. Per statuto, possono aderire alla FIVI solo i produttori che soddisfano alcuni precisi criteri: "Il Vignaiolo FIVI coltiva le sue vigne, imbottiglia il proprio vino, curando personalmente il proprio prodotto. Vende tutto o parte del suo raccolto in bottiglia, sotto la sua responsabilità, con il suo nome e la sua etichetta".
Attualmente sono poco più di 1100 i produttori associati, da tutte le regioni italiane, per un totale di circa 11.000 ettari di vigneto, per una media di circa 10 ettari vitati per azienda agricola. Quasi 80 sono i milioni di bottiglie commercializzate e il fatturato totale si avvicina a 0,7 miliardi di euro, per un valore in termini di export di 280 milioni di euro. Gli 11.000 ettari di vigneto sono condotti per il 51% in regime biologico/biodinamico, per il 10 % secondo i principi della lotta integrata e per il 39% secondo la viticoltura convenzionale.

Termina l’attesa per la Sagra della Maccaronara di Castelvetere sul Calore






Il 12 e 13 agosto arriva l’evento dedicato al tradizionale formato di pasta irpino.
Acqua, farina e la sapiente arte delle massaie di Castelvetere sul Calore, caratteristico borgo in provincia di Avellino, sono gli ingredienti che daranno vita alla quarantesima edizione della “Sagra della Maccaronara”, evento gastronomico organizzato dalla Pro Loco di Castelvetere sul Calore e tra i più antichi dell’Irpinia. La sagra si terrà sabato 12 e domenica 13 agosto presso la piazza centrale del borgo, celebrando per due giorni il tipico piatto locale, la cui tradizione affonda le radici in riti secolari. Condita con sugo o fagioli, viene preparata rigorosamente a mano, partendo da un impasto ottenuto con farina di grano duro, o talvolta anche di grano tenero, e acqua. L’impasto così ottenuto viene steso e tagliato con un matterello in cui sono presenti delle scannellature di forma circolare grazie alle quali si ricava la tipica forma di grosso spaghetto. Appuntamento imperdibile dell'estate irpina, la Sagra della Maccaronara richiama ogni anno appassionati dei sapori tipici della provincia di Avellino, desiderosi di trascorrere indimenticabili momenti in uno degli scenari più suggestivi delle aree interne della regione Campania. Accanto alla protagonista della serata, sarà possibile gustare anche le tante altre prelibatezze della cucina e dell'enogastronomia locale, tra cui spiccano gli ottimi vini aglianico. Le due serate saranno allietate, inoltre, dalla musica popolare di rinomati gruppi folkloristici. Il 12 si esibirà il gruppo de “I Simpatici italiani”, mentre a salire sul palco, il 13 agosto, sarà l’”Orchestra Piccimondo”. Tradizioni locali, pietanze ottime, spettacoli e tanto divertimento: tutti gli elementi necessari a regalare agli amanti del buono e del bello due serata indimenticabili nella splendida Castelvetere sul Calore.






venerdì 4 agosto 2017

LA NOTTE DEGLI AROMI: UNA SERATA DI DEGUSTAZIONI A CANTINA TRAMIN


Sabato 12 agosto Cantina Tramin ospita la Notte degli Aromi, una serata aperta al pubblico con degustazione vini e ristorante all'aperto
Sabato 12 agosto 2017 dalle 18 alle 24, Cantina Tramin propone la Notte degli Aromi: una grande festa dei sapori sotto il cielo di Termeno (Bolzano). La Casa del Gewürztraminer aprirà le proprie porte per offrire una proposta di specialità gastronomiche e una selezione di vini abbinati ad ogni piatto con un ristorante all’aperto che proporrà un menu speciale preparato con prodotti di mare e di montagna.
A ciascun piatto sarà abbinato un vino di Cantina Tramin: Moriz Pinot Bianco 2016 con insalata di pesce di mare con funghi, mela e chips di polenta; Blauburgunder Pinot Nero 2016 con tartare di vitello, mela Kanzi e pane integrale; Selida Gewürztraminer 2016 con gnocchetti di patate con gamberi, verdura e salsa piccante; Schiava Freisinger 2016 con ravioli di farro ripieni all`anatra su funghi misti; Pepi Sauvignon 2016 con salmone Alaska su crema di piselli, olio alla menta e patate croccanti; Cuvée Cabernet-Merlot Rungg 2015 con medaglione di cervo con nocciole, crema di sedano e frutti di bosco e per finire Roen Gewürztraminer vendemmia tardiva 2015 con Strudel di mela, mousse alla panna agra, cioccolato e uva secca al rum.
Ad accompagnare la serata musica Jazz/Soul con Jenni Williams & The Experince, dal tramonto a mezzanotte. Il costo di partecipazione è di 9,50 euro a piatto, compreso l'abbinamento con il vino degustato; 6 euro senza vino. Sarà inoltre possibile degustare tutti i vini della cantina al costo del singolo calice.

Victor Cavazzoni firma la grafica di Mangiacinema

Il poster della quarta edizione della Festa del Cibo d'autore e del Cinema goloso è realizzato dall'artista mantovano

SALSOMAGGIORE TERME (PR) – Nuova grafica, stessa passione. Giunto alla sua quarta edizione, Mangiacinema (in programma a Salsomaggiore Terme dal prossimo 27 settembre al 4 ottobre e dedicato quest'anno a Federico Fellini) si presenta con un nuovo poster firmato dall'illustratore Victor Cavazzoni. Forchetta stilizzata e poltrone rosse: l'artista mantovano così "visualizza" il neologismo "mangiacinema", e riassume alla perfezione lo spirito di un festival che, prima di ogni altra cosa, è una festa. Il cibo d'autore e il cinema goloso vanno a braccetto, fin dalla prima edizione del 2014, nella kermesse diretta dal giornalista Gianluigi Negri. "Il nostro - afferma il direttore artistico - è un festival giocoso, gioioso e, per definizione, goloso. Ogni anno offriamo al pubblico e ai turisti lo spettacolo del gusto, in maniera completamente gratuita, facendo registrare, di volta in volta, un sempre maggiore numero di partecipanti. Quello che piace della nostra manifestazione è lo stare insieme, come se si fosse in famiglia. Le tante degustazioni, le proiezioni e gli incontri con gli artisti dello spettacolo e del gusto hanno sempre un sapore diverso, unico, mai banale. Cavazzoni, con il suo lavoro, ha dato forma meravigliosamente alla nostra idea di Mangiacinema".
L'illustratore aveva già firmato lo scorso novembre l'apprezzatissimo poster di Mangiamusica - Note pop, cibo rock, nuovo format di Negri, che tornerà, sempre in novembre, al Teatro Magnani di Fidenza.
Invito a Mangiacinema

I PARTNER DI MANGIACINEMA

Il main partner della quarta edizione di Mangiacinema, progetto voluto e sostenuto dal Comune di Salsomaggiore Terme, è Gas Sales. Tra i media partner, Radio 24, Film Tv, InformaCibo, Italia a Tavola e Stadiotardini.it. Hanno riconfermato il loro appoggio alla manifestazione anche Ascom, Confesercenti, Cna e, per la prima volta, Confagricoltura.
Contatti:
Ufficio stampa - Tel. 347.6961251
info@mangiacinema.it